Midws

Midws

Scaricare app gtt torino

Posted on Author Fegore Posted in Ufficio

  1. Stampa orari
  2. Benvenuto!
  3. Descrizione

TO MOVE: con la nuova app GTT leggi la smart card e acquisti i biglietti e gratuita di GTT dedicata al trasporto pubblico di Torino e provincia. Dopo avere scaricato gratuitamente l'app di messaggistica istantanea Telegram sul Anche Torino ha il sistema di Google Maps con le informazioni sui mezzi. GTT Mobile è l'app ufficiale di GTT-Gruppo Torinese Trasporti dedicata al trasporto pubblico di Torino e provincia: metro, tram, bus e linee ferroviarie a portata di. OrariGTT fornisce gli orari di passaggio in tempo reale dei mezzi di trasporto pubblico GTT della città di Torino e della sua cintura, compresi quelli della.

Nome: scaricare app gtt torino
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 70.74 Megabytes

Tieni sempre sotto controllo i contatori di credit, minuti, SMS e Giga residui del tuo numero e visualizza i bonus previsti dal tuo Piano Tariffario, dalle Opzioni e dalle Promozioni attive sulla tua SIM.

Il Servizio Clienti a portata di Smarpthone! La sezione ti permette di gestire la tua SIM PosteMobile ; in pochi e semplici click puoi: - controllare il credito residuo - visualizzare i bonus residui previsti dal tuo Piano Tariffario, dalle Opzioni e dalle Promozioni attive sulla tua SIM - visualizzare le ricariche e il traffico effettuati - attivare Opzioni e cambiare Piano Tariffario - acquistare una SIM PosteMobile.

Se non ci sono operatori disponibili puoi anche prenotare una richiamata ed un nostro operatore ti ricontatterà nella fascia oraria da te indicata. Tentativo di accesso al sito da un browser protetto nel server.

Scopri di più. Lug 15, Meteo, a Torino una settimana di tempo instabile: pioggia e temperature Attacco hacker alla gara di Drone Champions League di Torino: droni Lug 13, Nuova apertura speciale del Castello Reale di Moncalieri: visite gratuite al Lug 12, Torino, stop al progetto del discount al posto del Cinema Arlecchino Lug 11, Mole24, la tua città in un click il sito web che ti porta alla scoperta della vera Torino.

Privacy Policy Partners Pec: mole24 pec.

Ott 16, Monopattini elettrici a Torino: come funzionano e quali sono i vantaggi. Da adesso è arrivato il servizio di Gobee bike come bike sharing free floating ovvero con rilascio e prelievo delle bici senza una colonnina di stazionamento ma liberamente nelle strade e piazze della città.

Un nostor utente ci ha inviato a tal proposito un feedback rispetto l'esperienza di Gobee bike. Il servizio si appoggia sulla App Gobee. Usi la bici e la lasci dove vuoi, o meglio dove è consentito lasciare una bici, ma non in una postazione fissa come avviene per ToBike.

Prima di usare le bici ci si registra sulla App, dove viene richiesto il pagamento di un deposito cauzionale di 15 euro restituito quando si deciderà di abbandonare il servizio , più una ricarica da 5 euro in su per i noleggi.

Per sbloccare la bici basta leggere il codice QR con il telefono e la chiusura della bici si sblocca automaticamente; dopo averla usata si blocca invece manualmente la stessa chiusura, che si trova sulla ruota posteriore. Differenze con ToBike: più comoda sicuramente, ma ha un costo di 0,50 nei primi 30 minuti, mentre ToBike è gratis nei primi 30 minuti. La bici è più leggera ed è monomarcia, quindi si lavora più di gambe, ma non è detto che sia un male!

Stampa orari

Le ruote sono piene e non hanno camera d'aria, quindi un po' meno ammortizzate, ma non c'è il rischio di trovare la bici con gomma a terra. Per quanto mi riguarda il ToBike sono più le volte che non va di quelle in cui funziona, per mancati sganci, bici rotte ecc Move di Extra.

TO dedicata al trasporto pubblico a Torino e in provincia. Le informazioni relative alle posizioni dei mezzi di Extra. To sono in tempo reale per sapere con precisione gli eventuali minuti di ritardo o anticipo alle fermate.

Benvenuto!

Gabriele Bonfanti Presidente di Extra. Giuseppe Proto Vice Presidente esecutivo Extra. To, compreso il capoluogo. È piuttosto impensabile che, in una società sempre più digitale e 2. La nascita di Zego precedentemente Letzgo , dopo i problemi legali sollevati da più parti — in primo luogo dalla categoria dei taxisti — a Uber, lo dimostra.

Zego è una start-up che nasce dalla mente di un giovane imprenditore, Davide Ghezzi, e da alcuni suoi collaboratori che mira a mettere in contatto chi cerca un passaggio in auto, con chi è disposto a offrirlo, sul modello di Blablacar, ma a livello urbano. Attualmente in funzione nelle città di Torino dove lo abbiamo provato nelle ore serali all'uscita dai locali di San Salvario , Genova, Milano e Padova attraverso una applicazione per IOS e Android che mette appunto in collegamento passeggeri e driver, che, almeno sulla carta, effettuano un medesimo percorso.

Il tutto nella legalità.

In pratica, il passeggero saliva a bordo e diceva dove doveva andare. Il pagamento dipendeva da vari fattori, compresi la fascia oraria con più o meno chiamate e il tempo di percorrenza. I giudici milanesi, chiamati a sbrogliare questa matassa, hanno dato ragione ai taxisti e sospeso Uber.

Zego bypassa queste problematiche imponendo che il passeggero indichi chiaramente da dove parte e dove vuole andare e invii questa ricerca tramite app. A questo punto, al driver più vicino e disponibile arriverà la chiamata e potrà decidere se accettare a bordo il passeggero oppure rifiutare la chiamata, sulla base del proprio percorso e disponibilità.

Al termine della tratta, il passeggero potrà non è obbligato corrispondere un rimborso e quindi entrambi si scambieranno un feedback. Intendiamoci: anche Zego ha le sue zone grigie e tuttavia se guardato nella pura ottica del car pooling, della mobilità condivisa, pensiamo non potrà che portare benefici.

Descrizione

Intanto perché permette a molte persone di non usare la propria auto per piccoli spostamenti, spendendo più di quanto spenderebbe muovendosi con i mezzi pubblici, ma molto meno di quanto spenderebbe con un taxi. È difficile che questa utenza avrebbe chiamato un taxi per lo stesso percorso. Più probabilmente avrebbe preso la propria auto. Il passeggero che utilizza Zego è infatti in genere giovane, nella fascia di età anni. Bene, da qualche tempo la tecnologia ci viene incontro e ci rende la vita più facile.

Esistono infatti parecchie applicazioni che ci permettono di pagare il parcheggio in molte città italiane in modo semplice e grazie al proprio smartphone. È di quest'ultima che vi parleremo. Pyng è una applicazione disponibile sia per dispositivi Android, che IOS. Una volta scaricata, non si deve far altro che collegare l'account dell'applicazione al proprio account Telepass l'operazione è fattibile sia sull'applicazione che dal sito Telepass, inserendo targa e password e quindi scaricare e stampare un piccolo contrassegno Pyng da esporre sul proprio cruscotto e che permetterà ai controllori GTT di comprendere che il parcheggio è stato pagato tramite questa app.

Fatte queste due facili operazioni, è possibile iniziare a pagare la sosta tramite Pyng. L'applicazione, tramite gps del telefono, segnala l'ubicazione del parcheggio, tuttavia è anche possibile inserire la via, manualmente.

Quindi, si stabilisce un tempo, con rispettivo pagamento.


Articoli popolari: