Midws

Midws

Copioni teatrali napoletani da scaricare

Posted on Author Najar Posted in Ufficio

  1. I mille colori di Napoli e poi…
  2. Tutti i Copioni
  3. dove posso trovare copioni teatrali in napoletano?

COPIONI TEATRALI. Sezione Napoli scarica l'elenco completo dei copioni. Altre sezioni CO, 2a, U(19)-D(9), scarica, De Pretore Vincenzo CO, 3a, U(20)-D( 10), scarica, Gli esami non finiscono mai Comodo Autore, (in napoletano). Marisa f na cosa bella da zia, tu stai ancora chine e suonno, vattenne a parte e dinto e vatte a . VIRGILIO: pulcinella è la maschera napoletane, è il simbolo di Napoli .. Clicca qui per scaricare il copione in PDF completo con all'interno. I copioni teatrali che trovi nel nostro sito sono di proprietà degli autori, sono stati reperiti online o ci sono stati inviati da utenti che come te hanno usufruito del. Copioni – Commedie Napoletane. Autore: Age & Furio Titolo: 'E doie facce da furtuna. Atti: 2. Personaggi: 7 Autore: Eduardo De Filippo Titolo: Natale in.

Nome: copioni teatrali napoletani da scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 14.73 MB

Sezione Napoli scarica l'elenco completo dei copioni. La maggior parte dei copioni teatrali che trovi in elenco ci sono stati spediti da amici che come te si sono serviti della nostra biblioteca elettronica. Se quindi hai a disposizione copioni in formato elettronico, non esitare ad inviarceli. Potremmo arricchire il nostro sito con nuovo materiale e soddisfare tante altre esigenze come la tua.

Per conoscere il significato dei simboli accanto ai copioni consulta la legenda. Attenzione : i nostri copioni sono protetti da password.

Contattaci - utilizzando l'apposito form oppure scrivendo a gttempo tiscali.

I mille colori di Napoli e poi…

Una zia ricca ed ignorante con relativo fidanzato imbroglione, una fidanzatina moderna ma semplice, una coppia di sprovveduti truffatori e due furbastri con al seguito un "bambino" di 60 anni completano la rosa dei personaggi che animano il susseguirsi degli eventi che portano ad un forse scontato, ma divertente lieto fine.

Scritta nell'estate del , questa commedia racconta una giornata dei Saverio Buonomo, un attempato scapolo possidente, che, per un investimento sbagliato, si ritrova al verde e pieno di debiti, il più grosso dei quali, Per ritrovare il fratellastro, Saverio ha ingaggiato Tom Pozzi, un investigatore un po' strano, che gli porta a casa Lorenzo insieme con altre quattro persone, a dir poco strane, che cercano addirittura di uccidere gli abitanti delle casa per impadronirsene; a questi si aggiungono Marisa e Willy Sorriso, due strani bolognesi che si dichiarano leggittimi proprietari dell'appartamento.

Saverio si ritrova quindi più disperato che mai, finché non compare Enzo Esposito, un personaggio un po' particolare, che chiarisce tutto e risolve la situazione nello stile della più classica delle soap opera. Scritta ad ottobre del , è questa la prima commedia che l'autore ha prodotto dopo sei anni di "sosta". Pietro Luongo e la moglie Maria, entrambi impiegati, e i loro figli Guido e Luisa vivono in casa di Alfonso, il papà di Pietro.

Il susseguirsi, poi, di altri eventi, rende sempre più complicata la vicenda, dove, appena pare si risolva un problema, ne nasce immediatamente un altro; in modo da infittire maggiormente il mistero, proprio mentre sembra che si stia svelando. Pietro Luongo: Sulla cinquantina; coniugato, tipico padre di famiglia; impiegato, non ha vizi e conduce una vita tranquilla. Giancarlo Luongo: Sulla cinquantina, fratello maggiore di Pietro; scapolo convinto, abbastanza colto; vive da solo.

Guido Luongo: Sulla ventina, figlio di Pietro; studente universitario; ragazzo tranquillo; cerca di conquistare la compagna di studi Teresa.

Lorenzo Belli: Sulla cinquantina, amico di Pietro; è un donnaiolo impenitente; pur essendo sposato, non si lascia sfuggire nessuna occasione; quando la moglie, molto ricca, scopre le sue avventure, trova sempre il sistema per farsi perdonare. Ernesto Esposito: Sulla sessantina, pregiudicato appena uscito di prigione per furto, si finge emigrato in Polonia per intrufolarsi in casa Luongo, dove pensa di recuperare un tesoro.

Anna — ma che stai dicenno. Marisa f na cosa bella da zia, tu stai ancora chine e suonno, vattenne a parte e dinto e vatte a sciacquà a faccia.

Nun ci pensà Vandarè chella a nennella pazziava. Vanda — posso parlare, non ci sono più interferenze? Anna — a solita gnurantona. Brusio tene nu solo cumpagno. Ma chi è? Vanda — ma che uovo e uovo. Dante Alighieri è il più grande poeta e scrittore italiano morto secoli fa. Lucia — puveriello!

Io nun sapevo neanche che steve malato. DANTE: cammina distrattamente leggendo nel mezzo del cammino di nostra vita mi ritrovai in una selva oscura ove la retta via era smarrita alzando gli occhi dal libro si accorge che…. A mi ricordo! Massimo - adesso è più chiaro. DANTE: lamentoso ora come faccio a tornare indietro, non ho finito ancora la mia opera, ho bisogno di altre informazioni.

DANTE: ma non è civile, anche se sono cose che accadono continuamente, basta vedere i guelfi e i ghibellini.

Che fortuna che ho avuto, come mai state per strada e non nel vostro ufficio? Allora ditemi cosa ne farete di una fabbrica che sta chiudendo?

Dunque, mi dovete dare subito un anticipo, una parte alla consegna il resto anche a tre anni. Pulcinella — lo scontrino? Passante — ma insomma! Personaggi: 12 3U, 9D. Atti: 2. Scenografia: Interno di un attico in ristrutturazione. Trama: Una coppia di sposi vuole comprare un appartamento ancora in ristrutturazione ma incontra molti intoppi, creati apposta per alzare il prezzo. In questa storia si aggiungono le madri di lei e di lui, un muratore che fa anche da voce narrante, il venditore con la moglie, la padrona dell'appartamento e amiche varie.

C'è poi una porta che viene aperta e immancabilmente richiusa. Giudizio: Commedia brillante. Settembre Genere: Commedia. Personaggi: 11 4 U, 7 D. Scenografia: Interno di una agenzia matrimoniale. La signora Pasquale sfrutta il fraintendimento tra nome e cognome per sottrarsi ai creditori e il segretario Simone cerca di barcamenarsi tra i clienti, non vede stipendio da mesi e spesso ci rimette del suo.

Tutti i Copioni

Attorno ai due si muovono personaggi divertenti con i loro problemi di single in cerca di partner. Finale consolatorio con sistemazione di tutte le coppie. Giudizio: Commedia brillante con un testo ben costruito ed equilibrato e di grande ritmo: il divertimento sgorga naturale. Aprile Adattamento in milanese di Lucio Calenzani. Personaggi: 10 6U, 4D.

Scenografia: Ufficio di un amministratore di condominio. La vendita si fa, e dopo sei mesi Giacomina muore. Giudizio: Trama semplice ma che funziona, avvalorata da una azzeccatissima caratterizzazione dei personaggi. Ricchi di belle trovate i dialoghi. Febbraio Genere: Drammatico. Atti: 1. Epoca: Nel futuro. Trama: In un futuro orribile, gli uomini sono soggetti a leggi implacabili e ingiuste.

Gli animali hanno più diritti dei bambini. Ma c'è posto anche per qualche barlume di sincerità, onestà e amicizia. Giudizio: Testo surreale che dà da pensare. Personaggi: 13 7 U, 6 D. Atti: 2 Epoca: Attuale. Trama: Si racconta di una festa di compleanno a sorpresa, di nascosto al festeggiato: Giacomo Jack il capofamiglia. Giacomo è stato trattenuto per ragioni di lavoro e la festa viene rimandata al giorno seguente, con sorpresa ripetuta.

Giudizio: Testo molto chiassoso e movimentato, con intenti comici affidati a molte situazioni paradossali, al linguaggio talvolta surreale, alla bizzarria di alcuni personaggi, alla mancanza di razionalità di certi comportamenti.

Genere: Ragazzi e adolescenti. Personaggi: Moltissimi. Trama: Come avvicinare i ragazzi alla lettura? È il cruccio di un sindaco e dei suoi assessori che, "per vedere l'effetto che fa", vietano ai ragazzi l'ingresso in biblioteca.

È una grossa provocazione; si sa che le cose più interessanti sono quelle proibite. Il tutto sotto l'occhio vigile di una statua, che tanto statua non è. Un profluvio di rime baciate, recitate anche dagli ex-ribelli, fanno da prologo al pistolotto moral-educativo-squinternato del sindaco.

Giudizio: Commedia brillante dove i ragazzi, giovani attori, hanno la possibilità di recitare, ballare, cantare e interpretare più personaggi. Scenografia: Interno con televisore. Una nonna 93enne, ancora in ottima salute, vive con una delle due figlie nubile. Chiede alla figlia che le venga impartita l'Estrema Unzione, che riceverà nelle sue piene facoltà, come Sacramento dei vivi. La richiesta spaventa la figlia e lascia molto perplessi i famigliari; né figlie, né il genero, né i due nipoti riescono a farla recedere dal suo proposito.

Il rito avviene, seguito da una festicciola organizzata dai familiari. Subito dopo la nonna sta male; le figlie sono spaventate e temono che la fine sia vicina.

Commedia divertente sulla vita, anche quando questa è vicina alla morte. Giudizio: La parlata meneghina arricchisce il già ottimo testo. Personaggi: 2D. Scenografia: Binario di una stazione ferroviaria Trama: Il testo ricalca la tematica del celeberrimo "Aspettando Godot" ma in modo più leggero, più ironico. Due giovani donne decidono di lasciare la loro vita anonima per partire, dove non si sa. In attesa del treno, che deve transitare sul binario 3, esprimono i loro desideri, più o meno inconsci, parlando della loro vita insulsa, piatta.

Il treno arriverà ma lo perderanno, sempre in attesa di quel qualcosa, o qualcuno, che desiderano ma che non riusciranno a ottenere. Giudizio: Lavoro introspettivo. Dicembre Personaggi: 2 1U, 1D. Trama: In questo breve atto unico padre e figlia dialogano in più luoghi e in più tempi. Dialogo scarno, serrato, dolce, angosciante, tenero, doloroso. Entrambi vittime, segnati per sempre, uniti da un amore profondo. Due anime lacerate che cercano rifugio nel passato perché il loro futuro è senza speranza.

Personaggi: 6 4U, 2D. Trama: Arturo e Teresa sono sposi da poco. È la notte di San Silvestro e i due si preparano a trascorrerla in compagnia degli amici ma il tappo di un tubetto di dentifricio si mette di mezzo.

I due protagonisti si trovano alle prese con un vicino, assicuratore, che ha deciso di traslocare l'ultimo giorno dell'anno; un telefono che non ha pace, e altre vicissitudini. Il tempo passa; arriva mezzanotte. Giudizio: Lavoro brillante, dove una coppia di sposi ritrova se stessa attraverso tante intrusioni divertenti.

Personaggi: 7 4U, 3D. Scenografia: Pannelli con appeso tanti cappelli. Trama: Gervasio Mantegazza, milanese da generazioni, è un uomo senza tempo. Vive con i genitori Modesto e Luisa e con il nonno, un anziano ancora grintoso, indomito. Modesto, di nome e di fatto, è succube del padre e della moglie.

La nuora Luisa non sopporta più né la vita di stenti né la presenza del nonno, l'unico in famiglia che le tiene testa. Vivono in una casa-negozio-magazzino sulla riva del Naviglio, dove si fabbricano, si rimettono a nuovo, si vendono cappelli da uomo di tutte le fogge.

Ma un grosso cruccio lo tormenta: è ora che Gervasio si faccia una famiglia, e che sforni un erede. Gervasio è innamorato, ricambiato, di Martina ma non si decide a dichiararsi. Il piano riesce e i due osservano l'effetto miracoloso ma Gervasio, nel sonno, parla e si confessa: è impotente dalla nascita!

Marina, sconvolta, fugge.

Sarà ancora il nonno a dover dipanare la matassa; come? Per l'imprevedibile finale leggere il copione. Giudizio: L'Autore si fa promotore di un'impresa quasi impossibile: mantenere viva la cultura della lingua meneghina. E ci riesce. Genere: Musicale. Personaggi: una moltitudine. Scenografia: Suggerita. Trama: La commedia musicale, per giovani, si svolge all'interno di una stazione della metropolitana. È una Via Crucis moderna, dove i personaggi si alternano in un via vai denso di brani musicali, e con qualche caratterizzazione.

Personaggi indifferenti, frettolosi, nervosi e annoiati fanno da contraltare alle figure di Dio, Lucio il tentatore e Myriam la zingara, ma non solo. La tredicesima stazione vede Dio morire in maniera originale; seguono l'attesa e la resurrezione.

Giudizio: Commedia musicale per giovani. Genere: Ragazzi.

dove posso trovare copioni teatrali in napoletano?

Personaggi: 25 10U, 10D e 5 bambini. Scenografia: Chiesa - palcoscenico parrocchiale. Trama: In un piccolo paese di cui non si sa il nome, la festa in onore di San Marco è l'evento più importante dell'anno.

Per l'occasione giungerà un'importante compagnia che presenterà un "musical". Che fare? L'intraprendente Don Dino, con la sua squinternata compagnia di teatranti più o meno giovani, decide di inventarsi un musical che in sette giorni dovrà essere all'altezza di quello degli affermati professionisti.

Ce la faranno?

Meglio: è l'elogio della fatica di far teatro. È il lavoro paziente d'imparare, di provare e riprovare, di gioire e di arrabbiarsi, di esaltarsi, qualche volta di restare delusi. Giudizio: Commedia spigliata e divertente. Luglio Genere: Cabaret.

Personaggi: Molti. Atti: Una ventina tra quadri e siparietti. Scenografia: Essenziale. Ritmo indiavolato. È una buona palestra per formare interpreti sicuri di se stessi e padroni della scena. Genere: Giallo.

Personaggi: 8 4U, 4D. Trama: Un ispettore di polizia viene chiamato in una villa per un omicidio. Giudizio: Giallo surreale, con accavallamento di situazioni paradossali, che tiene il pubblico col fiato sospeso fino alla fine. Scenografia: Salotto di una casa elegante. Trama: Si prepara una festa in casa di un professore universitario nelle nuvole, con moglie arrivista.

C'è poi una storia di droga da nascondere, un agente dei servizi infiltrato, un tonto di turno che in realtà incastra tutti e insegna a tutti qualche cosa. Sorpresa finale. Giudizio: Commedia brillante, farsesca, a tratti demenziale. Personaggi: Tutte donne. Atti: Unici.

Trama: È una raccolta di 13 pezzi, tra monologhi e dialoghi, che vede come protagoniste tutte donne.

Il titolo nasce dal fatto che le vicende si svolgono in un ipotetico condominio. Giudizio: Creato per una scuola di recitazione, è valido anche da mettere in scena in serate teatrali, considerato la varietà di argomenti toccati e i contenuti formativi. Genere: Commedia brillante. Personaggi: 10 5 U, 5 D.

Scenografia: Soggiorno di un appartamento. Giudizio: I pregi del testo sono lo stile garbato, arguto, diverso da quello tipicamente aggressivo e spesso violento del genere.

Semplicità e coerenza dei dialoghi, capacità di far entrare lo spettatore dentro la storia e i singoli personaggi.

Genere : Drammatico. Personaggi: 6 4U, 2D Atti: 1. Trama: In una serata qualunque una coppia come tante discute ad alta voce dei soliti problemi familiari: il marito che torna tardi la sera e forse ha un'amante, la moglie insoddisfatta che spende troppo. Una giovane coppia di vicini sente le liti continue e litiga a sua volta per un bambino in arrivo.

Anche i due figli della prima coppia sono coinvolti emotivamente nel sentire le liti dei genitori.

Quindi quella che sembra soltanto l'ennesima replica di un banale copione si rivela fonte di ricadute profonde su chi la subisce, vicini o figli che siano. Ogni vita, attraverso le sue manifestazioni, genera conseguenze sulle vite degli altri, in un gioco di rimando inconsapevole e implacabile. Giudizio: Riflessione appassionata sui comportamenti di vita. Personaggi: 4 3U, 1D. Atti : 1. Trama: Il Protagonista è un personaggio di teatro che viene a raccontare se stesso in forma di favola assurda e reale, e con ironia ne interpreta il senso profondo.

Recitando la sua corsa verso un traguardo forse immaginario, egli scopre persino l'amore per Ilaria, l'avversario che crede soltanto nella concreta razionalità e si sottrae al fascino dell'affabulatore. La Corsa fa parte di una trilogia intitolata Tre uomini, oltre. Personaggi: 9 5U, 4D.

Scenografia: Un soggiorno moderno. Deve essere presente una grande cassapanca. Trama: Un giovane politico rampante aspira a essere eletto in parlamento, spinto dalla moglie, ricca e ambiziosa. Una notissima giornalista viene in casa per fargli un'intervista.

Ma la sorella del politico, una donna ritenuta un po' fuori di testa, bisognosa di una badante, mette scompiglio e fa andare all'aria tutti i piani. Doppio finale, a scelta. Giudizio: Commedia brillantissima, necessita di un grande ritmo. Epoca: Del diluvio.

Trama: Sulla terra regna discordia e gran confusione, anche di ruoli e Dio vuole ristabilire l'ordine. La storia del diluvio universale è nota a tutti. Questa vuole essere una versione brillante, divertente e un po' paradossale. Noè appare un tantino svampito, la moglie superficiale e i tre figli un po' bamboccioni. Giudizio: Un diluvio universale per i ragazzini, fatto per divertire grandi e piccini.

Genere: Fiaba. Personaggi: 9. Epoca: Favolistica. Scenografia: Fondale di un bosco. Trama: Due scoiattolini trovano nel bosco un vasetto di marmellata di nocciole fabbricato in Italia e vogliono andare alla scoperta del paese dove si preparano tali prelibatezze.

Scappano e si mettono in viaggio. Fanno tanti incontri più o meno felici ma, alla fine, con grande sollievo, si ritrovano nel loro bosco, vicini a mamma e papà. Giudizio: Favola per bambini delle prime classi delle elementari, efficace e ben scritta. Personaggi: 5 3U, 2D Atti: 1.

Epoca: Agosto Scenografia: Cella di una prigione. Trama: Sono le ultime ore di vita di Amatore Sciesa, patriota milanese che è stato sorpreso dalle guardie austriache mentre attaccava manifesti sovversivi sui muri di Milano. Nella cella si svolge un colloquio tra Amatore e un prete, in attesa dell'esecuzione.


Articoli popolari: