Midws

Midws

Scaricare elettrostatica uomo

Posted on Author Taukasa Posted in Software

Inoltre, sarai in grado di controllare come l'elettricità statica carica il tuo corpo, riducendo il fastidio della scarica elettrica innescata dal contatto con superfici. Come possiamo eliminare l'elettricità statica dal nostro corpo? una volta tolti dalla lavatrice è sempre bene scuoterli per farli scaricare. Anche i vestiti, soprattutto se di lana o sintetici, possono accumulare molta carica per strofinio e favorire la fastidiosa scarica. Come evitare la scossa elettrostatica. Vediamo allora come nasce la scarica elettrostatica, di che cosa si Se prendiamo il caso dell'uomo che cammina con le suole di gomma, o di.

Nome: scaricare elettrostatica uomo
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 57.15 MB

Abbonati Molti di noi sperimentano, nella pratica ma non solo, problematiche relative alle interferenze oppure anomale risposte dei circuiti nel tempo. Vediamo allora come nasce la scarica elettrostatica, di che cosa si tratta e cerchiamo di comprenderla al meglio per poterla evitare. Il concetto di "scarica" implica, naturalmente, che ci sia stato un periodo all'interno del quale qualcosa si sia caricato.

L'origine del fenomeno di carica è ovviamente il campo elettrico e la differenza di potenziale che sussiste ai capi di una determinata porzione di circuito. In pratica il campo elettrico che si crea fra due corpi determina una forte differenza di potenziale tra una porzione ed un'altra di uno stesso circuito, qualunque sia la sua dimensione.

La scarica si manifesterà quando questi due corpi si avvicinano tra loro ad una distanza tale che il potenziale superi la rigidità dielettrica del mezzo.

Un esempio piuttosto comune è proprio l'aria che, per esempio, non permette che ci siano fenomeni di scariche tra i tralicci dell'alta tensione e terra.

Perché si verificano le scosse elettrostatiche?

È possibile avvertire una scossa elettrostatica quando si tocca la maniglia in metallo di una porta. L'elettricità statica segue la stessa dinamica del fulmine.

L'elettricità statica accumulata nel nostro corpo, invece, viene scaricata al suolo attraverso la maniglia della porta.

È possibile avvertire una sensazione di fastidio quando la corrente passa attraverso le nostre dita. La differenza di potenziale elettrico voltaggio tra il nostro corpo e la maniglia della porta è relativamente alta, ovvero alcuni kV chilovolt , ma il valore della corrente scaricata è molto basso, ovvero alcuni micro ampere.

Sono state prese delle precauzioni per ridurre al minimo i rischi derivanti da occasionali scosse elettriche dovute al contatto con copiatrici o stampanti. Questa elettricità accumulata si scarica poi facilmente quando tocchiamo un qualsiasi altro oggetto che è caricato, casualmente, in maniera diversa.

Le persone…elettriche…

Le tensioni in gioco nelle scariche elettrostatiche di questo tipo raggiungono facilmente le migliaia di Volt. Chi deve ritenersi interessato a questi effetti?

Sicuramente anche coloro che per hobby o per lavoro utilizzano apparecchi elettronici come PC, stampanti, telefoni, lettori di file audio e video, ecc. Per esempio esso potrebbe non essere più in grado di funzionare al di sopra oppure al di sotto di una certa temperatura.

Questo tipo di deterioramento, noto anche come "guasto latente", è il più insidioso perché non consente di valutare se, come e quando esso si trasformerà in un vero e proprio guasto.

Si calcola che i danni causati ogni anno da ESD ai dispositivi elettronici siano dell'ordine di svariati miliardi di dollari. Puntualizziamo prima quattro aspetti: 1.

Chi invece, per hobby o per mestiere, manipola parti che utilizzano circuiti a semiconduttore chip, circuiti integrati, schede, ecc. Dal momento che si apre un apparato elettronico e se ne ispeziona il suo interno, anche se esso è scollegato dalla rete elettrica, si corre il rischio di danneggiarlo con ESD. Se la corrente di scarica supera una determinata soglia critica, non quantificabile e diversa a seconda della tipologia del dispositivo, si verifica un danno del tipo hard o soft failure guasto permanente o intermittente.

Cosa fare per prevenire danni da ESD: Imballare sempre schede e componenti negli appositi sacchetti antistatici realizzati in materiale conduttivo che sono identificati con il simbolo di figura o simili Utilizzare sacchetti, tappetini, scarpe, indumenti antistatici ed altri accessori durante il trasporto e la manipolazione di componenti sensibili detti ESDS cioè ESD Sensitives Un rimedio "casalingo" potrebbe essere quello di avvolgere schede e componenti in fogli di carta stagnola.

Il problema di questa soluzione è che la stagnola è totalmente conduttiva e potrebbe scaricare eventuali batterie o condensatori ancora carichi come nel caso di una scheda appena estratta dal computer verso elementi sensibili della scheda stessa.

Manipolando una scheda che non è riposta in un sacchetto, è bene pinzarla con le dita in una zona di massa come ad esempio la staffetta di ancoraggio; in ogni caso non toccare assolutamente i contatti a pettine.


Articoli popolari: