Midws

Midws

Tubi scarico fumi caldaie a condensazione

Posted on Author Brabei Posted in Sistema

Quindi, se stavi pensando di fare un foro nel muro e infilarci il tubo, fermati. Questo perché i fumi delle caldaie a condensazione sono acidi e. Le caldaie a condensazione (caldaie a camera stagna), la cui Il calore recuperato dai fumi di scarico, che vengono fatti condensare e che in usare anche tubi sintetici solo se marchiati CE, oltre i 35 kW a condensazione il. Tubo flessibile in pph d. 80 (50mt.) TECNOSYSTEMI SPA. Via dell'Industria, 2/4. Il sistema più semplice per lo scarico fumi delle caldaie a condensazione quando non c'è una canna fumaria un kit curva 90 gr. 1 mt di tubo con terminale.

Nome: tubi scarico fumi caldaie a condensazione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 67.29 MB

Offerte pompe di calore Competenza, esperienza e professionalità al servizio dei nostri clienti Presso la Termoidraulica Nigrelli i nostri clienti troveranno personale esperto e qualificato che potrà illustrare le caratteristiche e le specifiche tecniche delle caldaie in vendita proponendo le soluzioni più vantaggiose per soddisfare al meglio tutte le esigenze di riscaldamento, climatizzazione e comfort ambientale nel pieno rispetto delle vigenti normative nazionali ed europee. Veniteci a trovare Il Decreto Legislativo 4 Luglio n.

Per comodità dei lettori riportiamo in questa pagina anche il nuovo testo vigente dell'Art. In pratica: Dopo il 31 Agosto lo scarico di tutti i nuovi impianti termici deve andare a tetto tramite apposite canne fumarie sia che si tratti di edifici mono che plurifamiliari.

Il posizionamento del terminale deve effettuarsi secondo le norme UNI parte 3.

Because these cookies are strictly necessary to deliver the website, refuseing them will have impact how our site functions. You always can block or delete cookies by changing your browser settings and force blocking all cookies on this website.

We fully respect if you want to refuse cookies but to avoid asking you again and again kindly allow us to store a cookie for that. You are free to opt out any time or opt in for other cookies to get a better experience.

If you refuse cookies we will remove all set cookies in our domain. We provide you with a list of stored cookies on your computer in our domain so you can check what we stored.

Due to security reasons we are not able to show or modify cookies from other domains. You can check these in your browser security settings. Check to enable permanent hiding of message bar and refuse all cookies if you do not opt in.

We need 2 cookies to store this setting. Otherwise you will be prompted again when opening a new browser window or new a tab. In pratica: Dopo il 31 Agosto lo scarico di tutti i nuovi impianti termici deve andare a tetto tramite apposite canne fumarie sia che si tratti di edifici mono che plurifamiliari.

Il posizionamento del terminale deve effettuarsi secondo le norme UNI parte 3. Sostituzione di un apparecchio a camera aperta e tiraggio naturale, che scarica in una canna fumaria collettiva ramificata es.

In abitazioni dove lo scarico a tetto è incompatibile con le norme di tutela dell'edificio es. Il progettista abilitato attesta l'impossibilità di scaricare a tetto.

Montaggio di apparecchi a condensazione, nell'ambito di ristrutturazioni di impianti termoautonomi esistenti in condomini o abitazioni plurifamiliari, qualora l'installazione precedente non disponesse di camini, canne fumarie o altri sistemi di evacuazione dei fumi con sbocco sopra il tetto dell'edificio.

Installazione di generatori ibridi compatti, composti almeno da una caldaia a gas a condensazione e da una pompa di calore forniti di apposita certificazione di prodotto. Tali deroghe sono fra loro alternative e non complemetari.

E' opportuno precisare che nel caso di distacco da un impianto centralizzato dopo il 31 Agosto è sempre necessario lo scarico in canna fumaria fino al tetto in quanto si tratta di nuova installazione e non di sostituzione in impianto preesistente. Tutti i comuni italiani debbono adeguare i propri regolamenti locali alla presente normativa.


Articoli popolari: