Midws

Midws

Scaricare corollaria definizione

Posted on Author Bralar Posted in Sistema

  1. Disturbi dell’organizzazione prassica
  2. Corollario
  3. Description:

Nel dizionario di italiano dal paragone tra queste e le informazioni provenienti dal cervello (scarica corollaria o feed-back interno) in verso destra), all'impulso nervoso verso il muscolo si accompagna una scarica corollaria (Efferenzkopie). Secondo questa teoria, una copia di questo segnale, definita copia efferente o scarica corollaria, viene inviata contemporaneamente al brain comparator. di David Burr, Maria Concetta Morrone - Dizionario di Medicina () .. Questo segnale, detto di scarica corollaria o di copia efferente, è un segnale motorio. corrisponde infatti un significato che noi comprendiamo e possiamo comunicare. .. UN FENOMENO detto SCARICA COROLLARIA, si tratta di un concetto di.

Nome: scaricare corollaria definizione
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 49.65 Megabytes

È stato pubblicato l' Avviso pubblico per un incarico di collaborazione per attività di archivista nell'ambito del progetto Portale ''La Statale Archivi'': fondo archivistico di interesse egittologico ''Alexander Varille — Corrispondenza''. Il bando scade l' 11 settembre L'incarico riguarda il Fondo Varille: per maggiori informazioni è possibile consultare il Portale degli Archivi della Statale.

DynaMed Plus offre la sintesi delle migliori evidenze disponibili a supporto delle decisioni cliniche per medici e altri operatori sanitari. Il trial sul software citazionale Citavi è stato prolungato fino al 31 luglio

A ogni stadio vengono eliminate informazioni, di solito quelle per cui la risposta del circuito è invariante. Il verdetto finale è ottenuto pesando la risposta dei singoli neuroni con la relativa sensibilità del meccanismo. Quando si perturba la sensibilità del meccanismo, a opera di un adattamento o di una stimolazione, si altera il verdetto e, quindi, la percezione. Quindi s. Tuttavia questi segnali intermodali possono essere attivi solo se essi sono congrui con i segnali delle altre modalità e pertinenti al compito percettivo.

Come avvenga la fusione delle varie sensazioni in un percetto unico è tuttora materia di studio. Ruolo e funzione dei concetti a priori. Nella percezione le leggi della Gestalt, come la prossimità, la simmetria, la continuità, ecc.

Date le probabilità statistiche dei segnali del mondo esterno, è ben più raro che un segnale cambi bruscamente orientamento nello spazio piuttosto che variare gradualmente; oppure che elementi simili siano anche più prossimi invece che più distanti o che si raggruppino più frequentemente.

Disturbi dell’organizzazione prassica

Ovviamente una percezione generativa è fortemente soggetta a errori e probabilmente il sistema ha meccanismi di controllo per verificare se il modello utilizzato per il confronto percettivo è quello adeguato. Percezione cosciente e non cosciente. La definizione di percezione, comunemente accettata, implica un riconoscimento e una presa di coscienza dello stimolo. Il paziente è cieco e non cosciente della presenza di stimoli visivi, ma in condizioni di scelta forzata riesce a determinare la presenza dello stimolo e la sua posizione.

I neuroni e le cellule nervose:pag. I neuroni sono "accompagnati" dalle cellule gliali, non c'è altro tessuto oltre a quello nervoso all'interno della scatola cranica. In tutto ci sono circa 50 tipi di cell differenti, non di più. Le differenze maggiori risiedono nell'albero dendritico, nell'arborizzazione dei dendriti, ossia la sede dell'input.

Gli assoni sono abbastanza uguali. C'è un livello gerarchico che garantisce le incredibili capacità della corteccia cerebrale: non sono i neuroni in se ad essere determinanti, ma è la loro interconnessione-associazione, è la "collana" che conta, non le singole perle, ossia i neuroni da soli.

Anche la stimolazione deve avvenire in un certo modo non posso evocare sensazioni dolorifiche eccitando i neuroni superficiali, lo stimolo deve partire dal basso! Geometria dei neuroni: la forma con cui si presentano.

Corollario

E' caratterizzata da una polarità, ossia il suo albero dendritico è estremamente diversificato nello strato molecolare. Non si diramano ampiamente nello spazio, "restano in 2D". E' possibile quindi mettere molte cell di tale tipo vicine tra loro, dato l'esiguo spazio di diffusione. I dendriti:pag. Operazione and-not: not, ossia inibizione, applicata in particolare verso il soma.

Operazione and: 2 stimoli in entrata etc Più ci si allontana dal soma, più si va in periferia, più aumentano le spine e le sinapsi inibitorie GABAergiche. Si visualizzano 2 zone eccitabili: zona dendritica e monticolo assonico, inframmezzata da una banda inibitoria. E' un tentativo di interpretare il fatto che i neuroni più grandi sono meno eccitabili; perchè il dipolo è lontano, più grande è il neurone e più il campo elettrico si espande.

In un esperimento in cui si alleva un topo al buio, la mancanza di impulsi diretti all'occhio fa attivare delle chinasi in un processo cAMP dipendente che elimina i microtubuli tale fenomeno non si verifica nei topi allevati alla luce. In generale si è visto che una sinapsi inattiva causa la depolimerizzazione dei microtubuli. Le colonne corticali:pag.

Le differenze trai mammiferi dipendono dal numero dei circuiti integrati, ossia dal numero delle colonne, non la struttura del modulo. Le collaterali delle fibre efferenti del fascio piramidale bulbare si portano sulla reticolare.

I nuclei del rafe sono parte della reticolare. Il dolore si configura come soggettivo, perchè controllato da strutture nervose del soggetto, singolari, tipiche di ognuno di noi. La nociocezione è oggettiva, mentre il dolore no, si carica di aspetti emozionali, legati anche ad angoscia.

Oppioidi endogeni come encefaline sono imp per regolare la percezione del dolore, nonchè l'umore. Le colonne corticali 2:la geometria neuronale È importante come sono connessi e disposti i neuroni, non tanto le singole cell in se. Questo si riflette per es principalmente a livello della corteccia, anche grazie alle cell gliali.

Si formano delle colonne, divise in macrocolonne, di centinaia di micron, oppure microcolonne, di decine di micron. A questo si consideri anche la differenza tra gli emisferi, ossia il sn elabora con maggior velocità e capacità, mentre il destro è più specifico per certe attività.

Nell'attivazione dei 2 emisferi c'è un ritardo di 30msecondi. La teoria degli psiconi e dendroni: pag. Ricorda gli effetti delle lesioni delle amigdale e la mancanza di paura. Le fibre amieliniche sono più veloci di quelle mieliniche.

Fenomeno dell'irraggiamento: la scarica postuma si propaga fino a divenire un atto comportamentale. Malattia demielinizzante:gravemente invalidanti, come per es sclerosi multipla. La mielina ha funzioni nutritizie, isolanti, ma anche legate ad eccitabilità. Si ricordi come la mielinizzazione completa di tutto il cervello avvenga intorno ai 20 anni, ma non in tutte le sue zone: in base all'immagine di pag.

Mentre maturano più tardi le aree superassociative, la circonvoluzione temporale media-inferiore riconoscimento volti. La prosopoagnosia è una malattia che non permette di riconoscere più i volti. L'adolescente è in "fermento emozionale" perchè non c'è mielinizzazione di intere zone del lobo frontale non corretta e completa gestione quindi delle connessioni fronto-limbiche limbico- frontali. Tra i 3 mesi e i 3 anni c'è la massima "esplosione" di connessioni e mielinizzazione dei neuroni e come detto questo periodo è fondamentale per lo sviluppo psicofisico del bambino.

In più dai 2 anni in poi mielinizzano i peduncoli cerebellari medi vie corticopontocerebellari , ecco perchè no corretto movimento tumori in queste zone causano atassia nei pazienti. A 4 anni il cervello è già notevolmente maturo. Sono dai 20 anni come detto il cervello è completamente maturo, e continua in questa azione ancora per un po'. In più le vie olfattive non hanno incroci, decussazioni, restano ipsilaterali. Si ricordi l'esistenza di un ipotetico nervo cranico 0, fascetto inserito nel nervo olfattivo, che avrebbe, negli animali, legame con la funzione sessuale appunto.

Lo sviluppo dei neuroni:pag. Il cervello umano "scambia", sostituisce i grandi numeri iniziali con una maggir "qualità" dei neuroni, c'è una sorta di selezione darwiniana dei neuroni!

Esperimento su neuroni: l'aggiunta di molecole chimiche fa variare lo sviluppo neuronale: a. Aggiunta di NGF:maggior sviluppo dei neuroni.

Mentre le cell gliali corridoio creano sostanze chimiche che guidano i neuroni nella loro formazione, i neuroni "si arrampicano" su di esse: in tale azione è importante la presenza degli elementi contrattili come actina.

Si disse che era stato tolto il target, ossia le cell muscolari che avrebbero formato l'arto. Il target manda in via retrgrada dei segnali ai neuroni che si stanno formando: il neurone vive perchè il target lo reinforma tramite apposite molecole proteinchinasi.

Si è generato un "extratarget", c'è una maggior proliferazione di neuroni. X dettagli vedi fisiologia I, app gastrointestinale. Se si elimina il corpo genicolato laterale, importante nell'area visiva, si verifica una degenerazione minore, infatti viene eliminato uno dei quattro canali che portano lo stimolo visivo. Gli altri: 1. Nucleo soprachiasmatico, che controlla i ritmi circadiani attraverso il fascio retinotalamico. Tratto ottico accessorio, le cui afferenze arrivano al verme del cervelletto.

Vie del pretetto e del collicolo superiore, ossia il sistema pulvinar-llp, importante complesso di nuclei talamici con la funzione di integrare le afferenze visive e quelle tattili.

Sono nuclei associativi.

Evoluzione del cervello-la neurogenetica:pag. Altri sono AHI1, essenziale per connessioni corteccia-midollo spinale. In più si consideri la neurosecrezione di ADH,Ossitocina In più i fenomeni sinaptici, sono fenomeni che fanno pensare ad una secrezione, come ghiandole. Grazie a degli induttori dell'endoderma sviluppo gastroenterico tramite mesoderma da cui si sviluppano connettivi, muscoli, cardiovascolare C'è un legame anche tra S.

Le cell staminali si differenziano nelle varie cell del tess nervoso grazie a FGF o EGF fibroblast GF e epidermal GF , fattori implicati anche nello sviluppo del connettivo e della pelle. La microglia invece ha un'altra origine:entrano nel cervello grazie allo sviluppo dei vasi sanguigni, e deriva dal mesoderma. Si verifica una sorta di non riconoscimento della microglia rispetto ai neuroni, in particolare quando i neuroni tenderebbero a rigenerarsi dopo per es un trauma, a causa dei fattori NO GO prodotti dalla microglia stessa.

Fino a 5 mesi siamo lissencefalici, ossia non compaiono circonvoluzioni. A sei mesi si forma la scissura del Silvio le zone che saranno nell'adulto deputate al linguaggio sono in sede perisilvana : si dice che in questa epoca si "sappia di essere al mondo", è reattivo, alla voce della madre soprattutto, dato che il suono, la voce nasce dalle zone diaframmatiche senza dimenticare i numerosi suoni fisiologici provenienti dal corpo della madre.

Problemi sintagmatici: problemi di programma motorio, dell'ideazione delle parole, reiterazione continua, problematiche in genere agli output, alle capacità generative di nuove idee.

La parte posteriore alla scissura: tutta la parte interessata agli input: si verificano agnosie etc La scissura segna, quindi, la dicotomia tra le parti del cervello. Planum temporale: è una asimmetria anatomica, presente come espansione del giro di Heshl, più estesa a sn che a dx.

Neurogenesi dopo danno ischemico:pag. Cardiovascolare , preannunciata da una ischemia, come sappiamo.

E l'altro è l'arresto cardiaco: ricorda l'importanza dell'ipotermia per ridurre il più possibile i danni cerebrali abbassando la temp si abbassa l'attività delle cellule. Acidosi, aumento di CO2, o di NO possono essere dei fattori che fanno scattare il trigger per le cell staminali. Cervello e dimensioni:pag. Cervello degli intellettuali: non si è osservata grande differenza con gli uomini normali, tranne che maggior quantità di cell gliali in aree La donna ha un cervello più piccolo, ma solo perchè è in rapporto con le dimensioni minori dell'organismo femminile, della taglia.

In genere non è il peso che conta, ma la qualità dei neuroni e le connessioni. Casco stereotassico:struttura utilizzata durante gli interventi.

La neuroglobina: pag. Se si abbassa la pO2, la neuroglobina libera più facilmente l'O2, il meccanismo è analogo quindi. Il neuropilo:pag. A partire dalla nascita, fino ai 3 anni si verifica sviluppo del neuropilo, con un calo del numero di sinapsi e spine, avviene cioè la correzione dell'esuberanza neuronale, e tale fenomeno appartiene al cosidetto darwinismo neuronale.

La morte neuronale programmata:pag. Non ci sono fattori programmatici, tutto dipende da fattori ambientali. Benchè avvenga questo fenomeno, la memoria non viene meno, infatti i ricordi sono suddivisi e conservati in diverse aree del cervello, si forma una rete diffusa di memorie quindi.

Infine, anche se si perde un neurone, gli altri interverranno creando o consolidando nuovi circuiti e collegamenti. Tale morte si verifica, a livello molecolare, per 3 motivi: 1. Liberazione delle molecole presenti nei lisosomi 2. A causa delle tanatine, ossia proteine controllate dalla cellula, ma che se liberate, azionano enzimi appositi, causando apoptosi.

Grazie al calcio, che porta anch'esso ad apoptosi. Si consideri anche il settore di Exner, deputato al movimento delle aree per la fonazione. Prima che l'individuo parli si attiva l'area SMA supplementary motor area ,attiva nell'ideazione, quando si vuole ideare una frase. Lesioni nella zona di Wernike permettono una parola fluente, ma si creano "insalate di parole", si usano cioè parole incomprensibili.

In più si ha problemi di comprensione. Stimolazione di nuclei talamici di sn, nuclei della base permettono elaborazione di brevi frasi invece. C'è una stretta connessione tra pensiero e linguaggio: le disartrie non permettono l'articolazione dei suoni, mentre le afasie nemmeno l'elaborazione corretta del pensiero per potersi poi esprimere errori in selezione delle parole, disordine grammaticale La fonetica precede la fonemica: prima si impara a dire una parola, da bambini, poi la si comprenderà.

Motor theory of speech perception: la teoria motoria della percezione del linguaggio. Si crea un circuito corollario, quando pronuncio la parola, ci sono delgli impulsi che mi fanno rendere conto di quello che ho detto. La visione:pag. La retina è un trasduttore fotochemoelettrico, in quanto luce colpisce opsina, rodopsina, iodopsina, molecole chimiche quindi. I colori si "vedono" grazie a tali proteine. La coscienza è "nascosta" tra i neuroni, quando si dorme, in attesa dell'accensione della formazione reticolare.

Ergo sum. In realtà, sum, ergo cogito. Pensare, amare, implica prima l'essere. Un cervello esiste solo se esiste tutto il corpo, che garantisce omeostasi generale. Esperimento di D. Riflessi condizionati: Stimolo acustico e poi si da cibo al cane: esempio di leggi di associazione e quindi di apprendimento: se il cane sente il suono, dopo un po' associa tale suono al cibo.

Anche se, dopo alcuni giorni, non gli si da da mangiare. La scarica corollarica:pag. L'idea del movimento resta nel sistema. La copia efferente è una copia quindi di una azione motoria.

Tutti i circuiti neurali presentano circuiti ricorrenti. Non possiamo vedere il nostro occhio che si muove, quando siamo allo specchio:perchè?

Perchè la scarica corollaria interrompe la visione, l'efferenza retinica. Da fisiologia I: Concetto di copia efferente: pag. Nella vescica si verifica tale fenomeno: quando la vescica si contrae abbiamo la stimolazione della parete vesicale e anche la sensazione della vescica che si sta svuotando.

Tale concetto spiega come il cervello percepisca la vescica piena e vuota. Tramite questo concetto di copia efferente appunto. Io capisco le parole perché ho nella testa uno schema motorio con cui faccio quel suono. I movimenti microsaccadici servono a questo. Self VS non self:pag. Convergono anche i segnali dei propriocettori, i recettori vestibolari dell'equilibrio Anche questi sono connessi al limbico.

Il linguaggio, legato al nonself, caratterizzato dalle aree di Brocà e Wernike, è in relazione alla corteccia. Semantic bootstrap: capacità di incremento semantico, ossia associare a un suono il significato. L'intelligenza collettiva:pag. I neuroni specchio:pag. La lingiua viene imparata "implicitamente", per imitazione dei genitori etc Tali neuroni specchio sono alla base della capacità dell'uomo, inteso come essere, animale sociale: l'uomo prima impara dal suo gruppo sociale il primo è la famiglia, mattone essenziale per lo sviluppo del bambino.

Le capacità imitative dell'uomo dipendono da essi. Riassunto dell'introduzione:pag. Ora è noto che nell'autistico ci sono malformazioni nella zona dendritica di parti del cervello. Amnesia anterograda: si hanno i ricordi del passato, ma non si ricordano le cose più recenti.

Description:

Sono causate da danni alle strutture ippocampiche. Il bambino autistico si crea "una corazza", non guarda neglio occhi la gente, ha un comportamento ossessivo. Vedi film Rainman per dettagli! Probabilmente negli autistici c'è un minor quantitativo di sostanze chiamate fattori di crescita, importanti per lo sviluppo dei neuroni. I comportamenti dei pazienti autistici sono differenti in base al fatto che siano presenti o meno altre persone: per esempio possono dimostrare grandi abilità se sono da soli, oppure ridono in maniera non appropriata, non guardano negli occhi le persone, ripetono le parole o parlano incessantemente di stessi argomenti, preferiscono la reiterazione, la ripetizione di azioni e non.

Nella depressione c'è caduta delle ammine biogene serotonina,dopamina Si va a cercare soprattutto il nucleo subtalamico, importante nel movimento: in ogni caso è necessario fare un ampio studio preventivo della testa del paziente. Si applica quindi un casco per RMN, orientato sui punti di repere come riferimento esterno, visibile, ossia meati acustici e nasion, un punto alla radice del naso. Si esegue quindi la RMN andando ad individuare le zone di interesse. Tutti i dati vengono raccolti al pc, e si confrontano con appositi atlanti stereotassici diversi, studiando le varie differenze che intercorrono.

Quello che si ottiene è la registrazione di spikes verticali bifasici, differenti in base alla regione analizzata scariche regolari, fasiche,costanti o silenzio Da notare come l'azione sul nucleo subtalamico sia una terapia per il morbo di Parkinson, in quanto la L-dopa dopo lunghi periodi non è più la terapia migliore da adottare.

Fatto fondamentale è che le membrane sono selettivamente permeabili agli ioni, "discriminano" le sostanze che possono passare o no. Sono comunque implicati fenomeni come il gradiente chimico, il moto browniano e le collisioni tra le molecole, la legge di Fich sulla diffusione Si ricorda quindi che per potenziale di equilibrio si intende il potenziale in cui, in quel momento, la forza elettrica si equivale a quella chimica.

F, E voltaggio transmembranario, F cost. Le misurazioni compiute da Nerst non tenevano conto dei fattori non misurabili all'epoca, come il fatto che la pompa Na K ATPasi alzi di 7mV il potenziale.

E' necessario un amplificatore del segnale, come x ECG. Ricorda il gap anionico: somma di anioni è , mentre Na è il gap è di 10, sue variazioni possono essere segnale di patologie.

Le cell hanno grandi quantitativi di proteine, che in genere sono negative: la somma dei cationi e anioni è inizialmente pari, uguale. Quindi: gradiente di concentrazione fa uscire K, mentre quello elettrico lo fa entrare, "frena l'uscita". Per quanto riguarda il Na invece si parla di 2 gradienti in entrata vedi riassorbimento del glucosio per es, nel caso dei recettori alla fluorizina , sia di concentrazione sia elettrico.

Ricorda la ouabaina, il lanoxin, il digoxin Questo non avviene per il glucosio, per esempio. In più in mezzo ci sono canali, pompe apposite. Voltage sensor,conduttanze e resistenze: pag. La conduttanza al Na viene meno alla chiusura della porta, del voltage sensor. I canali ionici devono essere sottoposti a tali concetti, l'apertura del canale implica la capacità di condensatore della membrana, mentre il flusso implica il concetto di resistenza vedi biofisica per dettagli.

L'apertura del canale è simultanea per Na e K, con un rapporto rispettivamente, Na in entrata, K in uscita. Cl- non entra facilmente, per la negatività interna della cellula. La depolarizzazione è parziale, perchè se entra Na, K esce, quindi non c'è una depolarizzazione "esplosiva" come nel caso del potenziale d'azione conduttanze successive una dopo l'altra, qui sono simultanee.

Gli ioni passano la membrana da una parte all'altra grazie soprattutto a canali più che a carrier, che sono di maggiori dimensioni e dipendenti da Na. Si inattivano quando viene mantenuta la corrente di stimolo. Tra i vari ioni e loro effetto è utile considerare per es che rallentare uscita di potassio significa avere un aumento di eccitabilità, perchè rallento uscita di una carica positiva.

I canali al Ca, portano la corrente verso l'interno, nell'assone la gCa è piccola, perchè il pot. D'azione è Na dipendente. Nei dendriti e nelle terminazioni assoniche invece è maggiore:esistono spike dendritici Ca dipendenti. Si è ricordato in oltre l'importanza del Ca per la memoria, per l'apprendimento, per l'effetto Bayliss nel tessuto miocardico-canali al Ca stretch sensibili, per l'importanza del Ca nella contrazione muscolare Infine, l'ortosimpatico e la secrezione di Adr e N.

L'inattivazione di questi canali è più lenta rispetto a quelli per il Na perchè nella cell il Ca si comporta da II messaggero effetto indiretto metabotropico con apertura del canale dall'interno.

Burst di spikes: "ciuffi" di spikes: esistono spikes al Na, ma anche al Ca, che sono caratterizzati da un prolungamento dell'attività. I potenziali calcio dipendenti iniziano a comparire più ci si avvicina ai dendriti. Il nesso calcio-memoria è esplicato anche da tali potenziali, nonchè dalla nota azione di Ca come messaggero, attivando chinasi, oppure apposite calmoduline Potenziale d'azione:pag.

Si genera poi un'unica energia propagata lungo l'assone, l'impulso elettrico. Il segnale è digitalico, affidato ad un codice binario "0" e "1".

E' definibile come una brusca modificazione del potenziale di riposo che si propaga, caratteristica fondamentale quest'ultima, precisabile con il termine autopropagazione.

Ritorna il concetto di spike, di punta, la cui forma dipende dagli strumenti di registrazione: come in ECG, quando il dipolo arriva all'elettrodo di registrazione, il pennino scrivente lascia un segno, il cui andamento dipende anche dalla carta scrivente che scorre.

Poichè tutti gli impulsi sono tutti uguali, la possibilità di variare risiede solo nella modulazione della frequenza. Ma come avviene nella pratica tale cambiamento del potenziale? C'è un notevole passaggio, cambiamento nel passare dal potenziale di riposo fino all'overshoot, e poi all'inversione dell'overshoot stesso.

In tutto questo fenomeno è inevitabilmente implicato il Na, che porta la cell a valori di potenziale positivi. Il lavoro di Hodkin e Huxley spiega e motiva tutti questi meccanismi. Ma perchè Na non continua ad entrare, senza fermarsi? La fase ascendente dipende dall'ingresso di Na, mentre quella discendente dall'uscita di K.

L'ampiezza totale del potenziale d'azione oscilla intorno ai mV quindi nelle cell neuronali. Una corrente fluisce tra 2 elettrodi, vedi una batteria per es. Nei neuroni il discorso è simile, ma non avviene passaggio di elettroni, in natura i fenomeni bioelettrici sono affidati a ioni.

In soluzione il percorso degli ioni segue quello convenzionale della corrente, ossia la corrente va realmente verso il catodo, dal positivo verso il negativo. La corrente circola perchè la positività del K attrae elementi negativi, come Cl. La membrana ha un ruolo importante, soprattutto grazie alla sua idrofobicità:la membrana si comporta come un condensatore, perchè ostacola il passaggio della corrente prodotta e degli ioni.

Il condensatore-membrana è in grado di ritardare gli effetti del passaggio di corrente. La resistenza è rappresentata dai canali: resistenza a un flusso di ioni. Lo stimolo deve confrontarsi con tali concetti di condensatore e resistenza. Questo meccanismo è alla base di molti fenomeni, tra cui, per es l'Elettroencefalogramma.

Anche per i neuroni più grandi valgono i discorsi sulla costante di spazio. Mentre, più eccitabilità: meno capacità e meno resistività. Corrente anaelettrotono, in entrata, e in uscita, cataelettrotono. Se aumento corrente in uscita, ad un certo punto valore soglia , si verifica il potenziale d'azione, ossia apertura della gate e entrata di Na nella cellula. Quindi la corrente apre la gate, ma poi il processo è guidato dal Na. Se per es si pone un assone di calamaro in un ambiente con metà della concentrazione di sodio, l'ampiezza dello stimolo si dimezza: Na è necessario!

Si esprime in MHO inverso di Ohm, per nome e per simbolo. La conduttanza al Na, come sappiamo, è fondamentale per lo spike, poi per la ripolarizzazione interviene il K. Quindi è fondamentale la successione delle conduttanze.

E' da notare come ci sia una fase di iperpolarizzazione postuma, in cui il potenziale è maggiormente negativo rispetto all'inizio. Questo inevitabilmente va ad influenzare l'impulso successivo, condiziona la successiva scarica del neurone. Ciclo di Katz e di Fertzinger e Ranck:pag. Na è spinto da 2 gradienti, mentre K esce a seguito della perdita progressiva della negatività interna, che lo tratteneva, ecco perchè la conduttanza al K ha una linea meno appuntita rispetto al Na.

Mantengono l'omeostasi del K. La guaina mielinica:pag.

E' da ricordare l'importanza dei nodi di Ranvier, ossia parte di assone nudo, tra una cell di Swann e l'altra. Il circuito si chiude tra un nodo di Raniver e l'altro, la conduzione è saltatoria: i canali volt dip saranno presenti solo in questi nodi, non in tutto l'assone.

Mentre le cell di Sh avvolgono un solo assone, gli oligodendrociti ne avvolgono più di uno, da 2 a 5 limitrofi. Questo è un dettagli importante perchè ci saranno 2 modalità diverse per una eventuale rigenerazione del tessuto neuronale.

Aumentando il diametro si riduce la resistenza trasversale dell'assone. Questo non si sa perchè, forse per rinforzare fenomeni di memorizzazione, si parla di scarica postuma. Classificazione delle fibre nervose:pag.

Lloyd seziona le fibre e individua i raggruppamenti, mentre E-G stimolano i nervi: stimolano un capo e registrano a distanze differenti. Il termine corollario viene utilizzato anche in filosofia o in esposizioni non formalizzate, ma di tono razionale, ovvero dotate di una riconoscibile struttura logica, per indicare una affermazione che si ricava facilmente da una precedente che sia stata sufficientemente motivata. Nel mondo dei libri il termine viene usato con il significato di appendice , aggiunta.

Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Questa voce o sezione sull'argomento matematica non è ancora formattata secondo gli standard.

Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.

Altri progetti Wikizionario.


Articoli popolari: