Midws

Midws

Scarica google chrome su chiave usb

Posted on Author Dotaxe Posted in Rete

In questo modo, sarà possibile usare Chrome su qualsiasi computer, non importa se siate in biblioteca, a casa, o dai vostri parenti inserite la chiavetta USB e. come fare a un browser su chiavetta. cari tutti cartella del vostro pc, sul desktop, o anche su una chiavetta usb, o una schedina SD, su un disco fisso esterno. Chrome Portable è un pratico browser per la navigazione sul Web che può essere installato ed eseguito direttamente da chiavetta USB o. Un mio amico mi ha suggerito di scaricare da un altro pc un nuovo browser tipo firefox o google chrome, caricarlo sulla chiavetta usb ed.

Nome: scarica google chrome su chiave usb
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 30.65 Megabytes

Chromecast è un dispositivo simile ad una chiavetta USB che permette di visualizzare audio, video ed altri contenuti dal nostro pc direttamente sulla tv. Per configurare il dispositivo, occorre prima di tutto collegarlo ad una porta HDMI del televisore; per farlo potete usare uno dei cavi che vengono dati in dotazione. Potete utilizzare il dispositivo tramite cavo USB, sfruttando una delle porte del televisore, oppure collegandolo ad una presa elettrica.

Scaricate la versione per il pc ed aprite il file; attendete che venga effettuato il download di tutti i componenti necessari al funzionamento del software. Subito dopo comparirà un codice alfanumerico sul vostro televisore e sul vostro pc; confermate il codice dal pc e impostate il nome di Google Chromecast.

Dopo averlo fatto, effettuate la connessione alla rete WiFi ed infine cliccate sul tasto Continua. A questo punto la configurazione è terminata.

Ma non installando Chrome OS, che è un sistema chiuso e blindato da Google. L'alternativa è creare un Chromebook installando Chromium OS, versione open source e libera di Chrome OS a cui assomiglia in tutto e per tutto. Per la precisione, il modo più semplice per farlo è installare CloudReady, un sistema operativo sviluppato da Neverware a partire da Chromium OS. Il risultato sarà una macchina praticamente identica ad un laptop Chromebook con Chrome OS , ma in realtà sarà il nostro vecchio laptop con un nuovo sistema operativo.

La prima cosa da fare è andare sul sito di Neverware, nella pagina di download di CloudReady versione Home. Qui troveremo un tool online che permette di controllare la compatibilità del nostro laptop con il sistema operativo Chromium OS.

Eseguiamolo, per evitare brutte sorprese al termine dell'installazione come incompatibilità con la scheda video o con altro hardware.

Una volta scaricato il tool bisogna lanciarlo e inserire la chiavetta USB da trasformare in disco d'avvio per l'installazione del sistema operativo. Ci vorranno pochi minuti.

Seguici sui social

Dopo aver impostato l'USB come periferica d'avvio, potremo accendere il portatile e lasciare che l'installer di CloudReady faccia il suo dovere. Al termine della procedura il nostro vecchio laptop si sarà trasformato in un nuovo Chromebook.

Tuttavia è offerta, in maniera del tutto gratuita ma senza supporto una versione Home, che potete scaricare anche voi gratuitamente, a patto di avere un computer compatibile. Assicuratevi eventualmente di scaricare nel paragrafo successivo vi spieghiamo come la versione giusta: bit per i computer più recenti dal in poi , bit per i terminali più vecchi o basati su chip Intel Atom.

Da ora in avanti diamo per scontato che abbiate effettuato un backup dei dati importanti dal computer su cui andrete ad installare Chrome OS. La prima cosa da fare per raggiungere lo scopo è creare una chiavetta USB con a bordo tutto quello che serve per installare Chrome OS, o meglio CloudReady.

Potete scaricarlo dal sito ufficiale ma se questo tool dovesse darvi problemi o se ci leggete da Mac o Linux, ecco la procedura per creare manualmente una chiavetta USB avviabile con cui installare CloudReady. Quando sarete dentro il BIOS o recovery dovrete individuare il menu con le impostazioni di avvio, solitamente identificato con la dicitura boot.

Fatto questo non vi resta che salvare le impostazioni del BIOS e riavviare. Nel giro di qualche istante vi ritroverete davanti alla prima schermata di configurazione.


Articoli popolari: