Midws

Midws

Musica balli sardi scarica

Posted on Author Kigakora Posted in Musica

  1. Musica e folklore
  2. '+_.J(d)+'
  3. FREE DOWNLOAD

Musica & Discografia - Mp3, Mp3 ed ancora Mp3! I Balli Sardi Nuoresi per voi con questi file MP3 di cui potete fare liberamente il Download. ascoltare e scaricare musica gratis mp3 e ringtones.. Canto A Tenores - Ballo sardo, inst.. Porto Torres sconfitta da Cant nella prima finale. Poi nel ho. ed mp3 online - scarica musica italiana download - musica classica Musica sarda (prevalentemente balli) suonata con la chitarra accordata in doppio do. The launeddas. A Sardinian Folk Music Instrument A. F. W. Bentzon (Le launeddas - Uno strumento della musica popolare sarda) Volume Two (contiene le.

Nome: musica balli sardi scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 19.78 MB

Lo strumento, antichissimo, è costruito con materiali naturali: canna, spago, cera di api. Una musica senza pause Il suonatore di launeddas suona contemporaneamente le tre canne con una particolare tecnica respiratoria, il fiato continuo, che gli consente di soffiare ininterrottamente per vari minuti.

Tra tradizione e sperimentazione Le launeddas appartengono alla cultura musicale della Sardegna e ne formano l'ossatura storica e sociale. Da qualche tempo la musica moderna tenta di inserire il colore di questa tradizione in contesti più allargati, dove, sperimentazione e contaminazione senz'altro, ma anche studi seri ed approfonditi, trovano una collocazione rispettosa e sicuramente non esclusiva. Il brano riportato è la trascrizione di un ballo al fiorassio in re, un concerto-taglio-modo del ricchissimo strumentario, tipico della scuola di Dionigi Burranca Trexenta, Cagliari.

La trascrizione è in Do per facilitare la lettura e perché sono convinto che la connotazione diatonica di tutto lo strumentario delle launeddas immenso: circa ottanta strumenti!

Musica e folklore

Su ballu antigu[ modifica modifica wikitesto ] Simile a su ballu tundu, da cui differisce solo sulle note che risultano più lente e cadenzate, è il ballo più antico e che ha subito meno trasformazioni nel tempo. Veniva ballato in piazza in occasione di feste paesane, coinvolgendo persone di ogni età e ceto sociale.

Su ballu tundu[ modifica modifica wikitesto ] Ballu tundu agli inizi del Novecento Bitti Il ballu tundu detto anche semplicemente ballu è una evoluzione del ballu antigu. Si tratta di un ballo gioioso che viene eseguito praticamente in qualsiasi festa, sagra o manifestazione, specialmente in Barbagia.

Si esegue tenendosi per mano a braccia strette e ripiegate sui gomiti eseguendo un doppio passo più cadenza del piede destro. È caratterizzato da due movimenti fondamentali: sa seria parte introduttiva in cui il passo è rimasto pressoché invariato rispetto all'originario ballu anticu e su sartiu, parte più vivace. Nel corso degli anni, soprattutto per permettere allo sguardo dello spettatore di cogliere l'abilità dei danzatori che eseguono variazioni coreografiche spettacolari e di estrema difficoltà, la figura classica ha teso spesso ad aprirsi all'esterno.

Viene variamente eseguito con launeddas, con l'organetto, con l'armonico a bocca, con la fisarmonica e talvolta anche con la chitarra.

'+_.J(d)+'

Su ballu e Ulassa[ modifica modifica wikitesto ] Su ballu e Ulassa ballo di Ulassai si fonda sui ritmi del ballo Ogliastrino, è costituito sostanzialmente da tre tempi diversi: "su primu pè, su de dus peisi, e sa serrada", i primi due sono uguali, il terzo scandisce la chiusura.

Su Ballu Ulassa ha come base il componimento del passu trese, il ballerino parte nel primo tempo con il piede destro, inserendo dei passi intermedi che portano un'evoluzione al ballo stesso chiamata passu sesi.

Nel ballo si procede avanti nel primo tempo, si punta nel secondo e si retrocede nel terzo, e poi si ricomincia. Su passu torrau o sa Mamujadina[ modifica modifica wikitesto ] Ballo originario di Mamoiada , le persone anziane dei paesi vicini, Orgosolo, Oliena, Nuoro, Ollolai, ancora oggi lo chiamano sa Mamujadina, pare si sia diffuso in occasione dei festeggiamenti in onore dei santi Cosma e Damiano, che per l'occasione venivano ospitati nelle 'umbissias stanzette , i novenanti del circondario che vi soggiornavano per l'intero mese di settembre.

FREE DOWNLOAD

Proprio come il nome della band è nata proprio durante quell'esperienza. Il primo originario di Desulo è nipote di Salvatore Peddio Bengasi, uno dei più importanti esecutori del ballo sardo; il secondo, nativo di Escalaplano, è un allievo del grande polistrumentista Orlando Maxia. Un disco con grandi ospiti - Nel disco, che vede la partecipazione di Elena Ledda, Beppe Dettori e Carlo Crisponi voce di Ballade Ballade Bois , vengono convolti anche altri due musicisti che poi entreranno a far parte della band in pianta stabile: il chitarrista Davide Pudda e il cantante-armonicista Federico Di Chiara.

Il disco ottiene un grande successo. Colleziona recensioni positive in tutte le testate che si occupano di musica folk. Sia in quelle italiane che in quelle internazionali.

Alcuni brani finiscono anche in classifica su iTunes. L'album conquista anche il prestigioso premio "Mario Cervo" di Olbia.

Dallo studio al palco - Una volta ultimato il disco i musicisti, stimolati anche dal Stefano Casti - il bassista di Piero Marras che nell'occasione si è occupato del mastering di "Brinca - e di Andrea Pilloni dello studio di Selegas, sono riusciti a valorizzare ulteriormente il clima positivo che si respirava durante le sedute di registrazione dando vita alla band. Trainato anche dal successo dell'album il gruppo Brinca si fatto subito conoscere nelle piazze isolane diventando uno dei più richiesti dai comitati delle feste.

La band in questi primi anni di attività ha suonato tantissimo anche nella penisola e all'estero.

Qualche mese fa la formazione ha dato alle stampa il secondo disco intitolato "Balla e brinca". Anche questa volta non sono mancati i riscontri positivi e il tour estivo ha confermato ancora una volta il grande potenziale della band, che contamina i suoni della tradizione isolana con incursioni nel blues e nel country. Il gruppo è formato da Paride Peddio organetto , Jonathan Della Marianna launeddas, trunfa, sulitu e percussioni , Federico di Chiara voce e armonica a bocca , Davide Pudda chitarra , Fabio Carta batteria e percussioni.


Articoli popolari: