Midws

Midws

Scariche elettriche ai testicoli

Posted on Author Nagis Posted in Grafica e design

A seguito delle scosse elettriche ricevute ai genitali il testicolo sinistro ha assunto le dimensioni di un'arancia, mi procura un dolore atroce e mi. Mi ha risvegliato con una secchiata d'acqua e poi ha applicato la corrente elettrica ai miei testicoli. Ogni giorno era la stessa storia: shabah e scariche elettriche. applicato la corrente elettrica ai miei testicoli. Ogni giorno era la stessa storia: shabah e scariche elettriche. Urlavo e supplicavo di fermarsi. Quella confessione estorta con botte e scariche ai testicoli scrive Simona minacce, finte esecuzioni, scariche elettriche ai testicoli, acqua e sale in gola, fino.

Nome: scariche elettriche ai testicoli
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 51.53 Megabytes

Rivoluzioni I siriani sono entrati di nuovo in Libano. Ma questa volta non sono stati soldati e carri armati a varcare il confine, uno scenario che purtroppo i libanesi conoscono troppo bene. Amnesty International, cui è vietato svolgere ricerche in Siria, ha raggiunto i profughi di Tell Kalakh in Libano e ha parlato con loro.

Ecco il quadro che ne è emerso. Il 14 maggio, dopo una delle tante manifestazioni indette per chiedere la fine del regime, esercito e polizia di Damasco sono entrati nel piccolo centro presso il confine libanese.

Migliaia di abitanti, interi nuclei familiari, hanno cercato di lasciare Tell Kalakh con ogni mezzo, schivando le pallottole dei soldati che li rincorrevano e li braccavano ai posti di blocco.

Lo Stato, infatti, ha riconosciuto ad ogni anno della sua vita un valore di mila euro.

Poco, pochissimo a fronte di come Gulotta ha trascorso quegli anni: dietro le sbarre. Per questo i suoi avvocati, Saro Lauria e Pardo Cellini, avvalendosi di un tecnico, avevano chiesto 56 milioni di euro.

La vita di Gulotta è stata presa e gettata via quando aveva solo 18 anni. Era un giovane muratore quando, di notte, si è ritrovato ammanettato, legato con le caviglie ad una sedia, picchiato e umiliato fino a confessare un reato che non aveva commesso e del quale non sapeva nulla.

Dopo settimane di rastrellamenti, il colonnello Giuseppe Russo e i suoi uomini ammanettarono quattro ragazzi. Furono ore di pestaggi, minacce, finte esecuzioni, scariche elettriche ai testicoli, acqua e sale in gola, fino ad una confessione urlata per ottenere la salvezza. So che è stato fatto il mio nome, mi hanno fatto confessare e, anche se ho ritrattato subito, i giudici non mi hanno creduto — ha raccontato -.

Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.

La picana è un pungolo elettrico usato per controllare il bestiame dai gauchos argentini negli anni trenta. È stato anche utilizzato come strumento di tortura dalle dittature sudamericane negli anni settanta - ottanta , soprattutto nell' Argentina di Jorge Rafael Videla , ma anche in Cile da non confondere con la parrilla, che invece era una struttura di metallo - spesso un letto - a cui veniva legato il prigioniero per torturarlo con scosse elettriche ed in Brasile.

Dall'inizio di marzo a Dubai si celebra il più grande processo di massa contro il dissenso: 94 gli imputati.

La loro colpa? Pensarla diversamente dal regime.


Articoli popolari: