Midws

Midws

Scarichi bagni colonna

Posted on Author Melmaran Posted in Giochi

  1. Come è fatto un impianto di scarico
  2. Colonna di scarico in ottone per vasca da bagno
  3. Qual è la distanza massima del wc dallo scarico?

Tipologie di impianti di scarico. Le acque di scarico sono di tre tipi: • nere: sono quelle che defluiscono nella colonna di scarico attraverso il wc e. Si adotta allora la soluzione del vaso con scarico a parete. Nelle fotografie sotto, potete notare la difficoltà che è sorta nel piazzare sia la colonna. Scopriamo quanto lontano dalla colonna di scarico può essere collocato il water. Chi è alle prese con la ristrutturazione del bagno sa che è. Le acque nere, dal wc confluiscono nella colonna di scarico verticale e Vorresti realizzare un secondo bagno ma pensi sia impossibile nella.

Nome: scarichi bagni colonna
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 63.56 Megabytes

Scopri come e quando è possibile spostare il WC Quando si ristruttura il bagno, soprattutto nelle abitazioni di vecchia costruzione, spesso si cerca anche di distribuire lo spazio in maniera più razionale. Tuttavia, non sempre è possibile spostare a nostro piacimento i sanitari, in particolare il wc. Prima di decidere di riposizionarlo, occorre fare diverse valutazioni, soprattutto per quanto riguarda la pendenza dello scarico.

In altre parole, per ogni metro il dislivello tra il punto di partenza e quello di arrivo deve essere superiore ad 1 cm, altrimenti le acque nere ristagnano, con conseguenze che lasciamo immaginare. In questo approfondimento troverai alcune soluzioni per ovviare ad una scarsa pendenza dello scarico nel caso in cui tu voglia spostare la tazza del wc in posizioni diverse rispetto a dove era in origine.

Inoltre, troverai alcune indicazioni sulla normativa vigente che ti aiuteranno a capire in quale parte del bagno spostare il wc, in particolare in presenza di disabili.

In tutti questi casi, bisogna assicurarsi che il nuovo scarico arrivi alla colonna principale con una pendenza adeguata. Si tratta di interventi piuttosto complessi che vanno ovviamente eseguiti da un professionista qualificato. Per risparmiare sui costi, potresti richiedere diversi preventivi a ditte che si occupano di lavori di idraulica nella tua zona.

Se vuoi tramite il nostro sito puoi richiedere gratuitamente un preventivo per lo spostamento del wc ad altrettante ditte che lavorano nella tua zona.

Ecco i casi in cui è possibile spostare il wc, le problematiche che comportano e le possibili soluzioni.

Come è fatto un impianto di scarico

Spostare il wc sulla stessa parete del bagno Se devi spostare il wc di 1, 2 o più metri sulla stessa parete, esistono due soluzioni possibili: Installare un wc con scarico a parete. Nel caso in cui lo spessore non sia sufficiente, occorrerà creare una controparete.

Installare un trituratore. Il collettore tra wc e scarico principale è detto braga, ed ha uno spessore minimo, come abbiamo detto, di circa 10 cm.

In questo caso bisognerà solo provvedere ad uno spazio adeguato accanto al wc dove alloggiare il trituratore. Fortunatamente, rispetto al passato questi dispositivi sono incorporati nel wc ed anche meno rumorosi.

Quale sia la soluzione che scegli, tuttavia, ricordati che dovrai comunque provvedere ad isolare acusticamente la derivazione dello scarico con materiali fonoassorbenti, per rimanere nei 35 decibel consentiti per un ambiente abitativo urbano negli orari notturni. Spostare il wc sulla parete opposta Anche spostare il wc sulla parete opposta presenta le sue particolari problematiche.

Colonna di scarico in ottone per vasca da bagno

Per fare questo, è necessario eventualmente sollevare il nuovo wc di qualche cm per assicurare il giusto dislivello tra lo scarico derivato e la colonna di scarico principale.

Anche in questo caso le soluzioni sono due: Spostare il wc mantenendo lo scarico a terra In questo caso, occorre creare un rialzo sotto il wc che fornisca i cm di dislivello mancanti.

Roberto Di Stefano Come calcolare le pendenze Oltre alla distanza massima da tenere dalle colonne di scarico occorre pensare anche alla reale possibilità di mettere in pendenza le tubazioni, in modo che le acque luride defluiscano naturalmente.

A livello pratico questo significa che la somma del diametro del tubo più il dislivello massimo realizzato per la pendenza non deve superare lo spessore del massetto degli impianti sotto al pavimento.

Qual è la distanza massima del wc dallo scarico?

La differenza sta nel fatto che generalmente il riposizionamento della cucina risulta meno difficoltoso perché è più facile trovare lo spazio per pendenze adeguate dal momento che il diametro delle tubazioni occorrenti è ridotto e che il lavello scarica più in alto sul muro rispetto alla doccia o a un vaso, anche a parete.

Antonio Lionetti E per lo scarico dei fumi? In caso di solai in legno tradizionali o su volticciole con pavimenti posati su caldane sottili di cm non resta che prevedere un gradino per recuperare le pendenze. Raccontateci la vostra esperienza: come avete risolto il problema degli scarichi?


Articoli popolari: