Midws

Midws

Dati carta tachigrafica scaricare

Posted on Author Zulujar Posted in Autisti

  1. Domande frequenti (FAQ)
  2. AutoTrasporto24
  3. Tachigrafo Digitale: benvenuti nell’era 4.0.

Il tachigrafo digitale registra, all'interno della propria memoria di massa, tutte le I dati del conducente devono essere scarica entro 28 giorni. Scarico dati della carta autista e cronotachigrafo La ditta deve scaricare la memoria di massa del tachigrafo digitale massimo entro 90 gg e. L'obbligatorietà temporale per lo Scarico dati tachigrafo è la seguente: Il conducente deve scaricare la propria carta tachigrafa ogni massimo 28 gg e/o. La chiave Downloadkey Pro rappresenta lo strumento ideale per scaricare e archiviare i dati della memoria di massa del tachigrafo e della carta conducente.

Nome: dati carta tachigrafica scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 22.32 Megabytes

Per gli automezzi adibiti al trasporto di merci con massa superiore a 12 t e quelli adibiti al trasporto di persone con peso superiore a 10 t, immatricolati dopo il 1 gennaio , l'installazione sarà effettuata al momento della sostituzione dell'apparecchio.

Tutto quello di cui hai bisogno per scaricare i dati dalla tua card autista. Informativa Cookie. Cerca prodotto Ricerca avanzata. Interfaccia Attività.

La attuale normativa prevede inoltre che potranno essere rilasciate autorizzazioni ad operare sui cronotachigrafi CEE soltanto a quelle officine che abbiano i requisiti previsti per i centri tecnici. Centri tecnici autorizzati I centri tecnici autorizzati sono soggetti, quali ad esempio fabbricanti di veicoli equipaggiati con tachigrafo, fabbricanti di tachigrafi, officine di riparazione di veicoli ecc. I soci, i dirigenti ed il personale del centro tecnico non possono partecipare ad imprese che svolgono attivita' di trasporto su strada.

Infatti i centri tecnici devono disporre di un sistema di garanzia della qualita', certificato da organismi accreditati a livello nazionale o comunitario, in base alla norma EN , nella quale sia presente l'attivita' di taratura e prova di strumenti di misura. Il rilascio dell'autorizzazione avviene dopo l'accertamento del possesso di tutti i requisiti previsti dal D. Il personale del centro tecnico, costituito per lo meno da un responsabile tecnico e da un tecnico, dovrà ottenere, da parte del fabbricante del tachigrafo, una documentazione che attesti la conoscenza tecnica del tachigrafo digitale su cui intende effettuare i servizi di montaggio e riparazione.

Si evidenzia in modo particolare che il centro tecnico dovrà dotarsi di campioni di riferimento delle grandezze in esame, lunghezze e frequenze, certificati da laboratori di taratura accreditati da organismi aderenti alla European Cooperation for Accreditation EA dimostrando la riferibilità delle misurazioni effettuate ai campioni nazionali o internazionali delle grandezze in esame.

L'autorizzazione ha durata di un anno ed e' rinnovabile. Per un approfondimento sulle norme in materia e per consultare l'Elenco dei Centri Tecnici e delle Officine Autorizzate Art. Dal 1 maggio tutti i veicoli con massa massima ammissibile superiore alle 3. E' stato inoltre modificato il regolamento dei tempi di guida ed il codice della strada ed è stata introdotta una nuova normativa sui tempi di lavoro e sulle modalità di controllo su strada e in azienda.

Tale apparecchio di controllo deve essere installato obbligatoriamente su tutti i veicoli di massa superiore alle 3,5 tonnellate o su quelli di trasporto viaggiatori superiori ai 9 posti.

Il nuovo apparecchio di controllo offre affidabilità e precisione superiori grazie alla tecnologia digitale che consente una più facile lettura delle attività effettuate e risulta difficile da manomettere. La registrazione delle attività avviene ora su supporti digitali.

Domande frequenti (FAQ)

I dati vengono memorizzati sia sulle carte dei conducenti che sul veicolo all'interno della memoria dei tachigrafo. Entrambi i dati registrati devono essere scaricati con una precisa periodicità indicata dal decreto ministeriale del 31 marzo Come per i dischi cartacei, tali registrazioni devono essere conservati per tutto il periodo indicato dalle normative vigenti 24mesi.

Attraverso tale interfaccia, i dispositivi di scarico sono in grado di effettuare l'operazione direttamente sul veicolo.

Esiste un periodo transitorio o qualche deroga? Le normative relative all'introduzione dei tachigrafo digitale e alle modalità di trasferimento ed archiviazione dei dati sono entrate in vigore dal 1 maggio A causa dell'esiguo numero di officine autorizzate iniziali è stato definito un periodo trasitorio per le operazioni di "prima calibrazione" che si è concluso il 15 gennaio come indicato dalla circolare del Ministero dei Trasporti N.

Non esistono ulteriori deroghe. E' proprio necessario commutare il tachigrafo digitale quando ci si ferma? Le normative vigenti richiedono che i conducenti indichino le attività effettuate a veicolo fermo durante l'orario di lavoro lavoro, disponibilità o riposo.

La nuova e la direttiva n. L'allegato tecnico della normative che introduce il tachigrafo digitale richiede che il dispositivo si ponga automaticamente sull'attività di lavoro indicato con il doppio martello quando ci si ferma con il veicolo.

Se il conducente si ferma per effettuare l'attività di riposo indicato con il lettino dovrà indicarlo esplicitamente attraverso il commutatore. Il tachigrafo digitale inoltre azzera le ore di guida continue 4. Se il conducente si ferma e non indica esplicitamente l'attività di riposo il tachigrafo non sarà ingrado di contegiare tale periodo e quando si riprende la guida il dispositivo continuerà a segnalare il mancato riposo.

Anche il secondo conducente è tenuto ad indicare le sue attività. E' responsabilità dell'azienda fornire indicazioni ai propri dipendendi circa l'utilizzo del tachigrafo e controllare sull'utilizzo corretto dello stesso. Il tachigrafo digitale registra tutti gli eccessi di velocità? Il tachigrafo digitale memorizza in automatico ogni eccesso di velocità superiore al limite per la tipologia di veicolo.

AutoTrasporto24

Di ogni eccesso di velocità viene registrato la data, l'ora, la durata, la veloctà massima raggiunta e quella media. Viene inoltre registrato anche la carta conducente presente al momento nel tachigrafo. Esiste inoltre la registrazione dettagliata dell'andamento di velocità per le ultime 24 ore di guida.

Per accedere al dato è necessario scaricare la memoria di massa del tachigrafo ed uno specifico software di visualizzazione. I padroncini sono esentati dalle operazioni di scarico e archiviazione dei dati?

Assolutamente no.

Tachigrafo Digitale: benvenuti nell’era 4.0.

Il padroncino, come le aziende, sono tenute alle operazioni periodiche di trasferimento ed archiviazione dei dati, nonchè a conoscere le funzionalità dell'apparecchio di controllo e al rispetto delle normative relative ai tempi di guida e di riposo.

Dove mi devo rivolgere per la prima calibrazione e la verifica annuale? Con il nuovo decreto del 10 agosto del Ministero dello Sviluppo Economico viene confermato il principio dell'operatività dei centri tecnici autorizzati su ogni marchio di tachigrafo digitale presente sul mercato, come anticipato in via transitoria dalla circolare ministeriale n.

L'azienda deve provvedere alla formazione dei propri dipendenti? Come indicato dal Decreto del 31 marzo l'azienda deve provvedere alla formazione dei propri dipendenti e deve inoltre controllare l'utilizzo corretto dell'apparrecchio di controllo. La carta del conducente è dell'azienda o del dipendente?

La carta del conducente è strettamente personale. Se il rapporto di lavoro termina il conducente porta con sè la propria carta, anche se la richiesta di emissione è stata effettuata dall'azienda.

E' possibile richiedere più carte aziendali? Direttamente configurabile, una volta connesso al tachigrafo, attraverso il tasto verde, è dotato di una micro scheda mini SD con 2GB di capienza. Lo scarico della carta condu-cente avviene automaticamente subito dopo averla inserita nella apposita fessura. Utilizzabile ovunque — nel deposito, a casa e lontano dalla sede.

Il nuovo sistema per scaricare i dati.

È rilasciata, entro un mese dalla data di presentazione della domanda, dalla Camera di commercio, in cui il richiedente ha la propria residenza. Il richiedente deve possedere i seguenti requisiti:. La carta ha una capacità di memoria che consente di conservare i dati relativi alla guida del conducente per un periodo pari a 28 giorni.

La sua validità amministrativa è di cinque anni. Per ottenerne il rinnovo il titolare deve inoltrare la domanda di rinnovo alla Camera competente, almeno 15 giorni lavorativi precedenti la scadenza della carta originaria. La Camera di commercio ha un termine di 5 giorni lavorativi , dal momento in cui riceve la richiesta, per emettere una carta sostitutiva.

La domada di rilascio della carta officina, in quanto oggetto di iscrizione in un pubblico registro, è sottoposta all'imposta di bollo vigente.


Articoli popolari: